I genitori non hanno età, ma per la Corte di Appello di Torino sì

giugno 9th, 2017 by marica

L’estate scorsa la redazione della “Voce del Trentino” si è occupata di due genitori: un padre di 75 anni, una madre di 63 e la loro bambina di 6 anni, nata nel 2010 con la fecondazione artificiale vietata in Italia.
Dopo i più svariati tentativi e il passare degli anni, la coppia è dovuta andare all’estero perchè ancora nel nostro paese non vi è una legislazione che regolamenti una realtà che è in continuo mutamento, così, ancora una volta, solo chi ha soldi, può fare quello che vuole, naturalmente fuori dal nostro paese.
Sembra incredibile che lasciare pochi minuti da sola la bimba in auto nel suo seggiolino pur tenendola sotto controllo al fine di scaricare il bagagliaio, comporti una segnalazione. Ma per la coppia questo è solo l’inizio di un incubo che approda ad una procedura di adottabilità perché genitori troppo anziani e sbadati.
Tuttavia la Sentenza della Cassazione afferma che “Lo Stato allorché ha allontanato una neonata dai suoi genitori a poche settimane dalla nascita” ha “indotto” nella bimba “il disagio“. Sembrava tutto risolto, un incubo finito e invece è stata accolta la richiesta del procuratore della minore di adottabilità.

L’estate scorsa la redazione della “Voce del Trentino” si è occupata di due genitori: un padre di 75 anni, una madre di 63 e la loro bambina di 6 anni, nata nel 2010 con la fecondazione artificiale vietata in Italia.
Dopo i più svariati tentativi e il passare degli anni, la coppia è dovuta andare all’estero perchè ancora nel nostro paese non vi è una legislazione che regolamenti una realtà che è in continuo mutamento, così, ancora una volta, solo chi ha soldi, può fare quello che vuole, naturalmente fuori dal nostro paese.
Sembra incredibile che lasciare pochi minuti da sola la bimba in auto nel suo seggiolino pur tenendola sotto controllo al fine di scaricare il bagagliaio, comporti una segnalazione. Ma per la coppia questo è solo l’inizio di un incubo che approda ad una procedura di adottabilità perché genitori troppo anziani e sbadati.
Tuttavia la Sentenza della Cassazione afferma che “Lo Stato allorché ha allontanato una neonata dai suoi genitori a poche settimane dalla nascita” ha “indotto” nella bimba “il disagio“. Sembrava tutto risolto, un incubo finito e invece è stata accolta la richiesta del procuratore della minore di adottabilità.

Come può una bambina essere adottata con due genitori vivi, sani e non violenti? Come si potrà spiegare a quella che sarà una giovane donna che un decreto le ha tolto i genitori, i quali la desideravano da sempre e che hanno lottato e continuano a farlo per riaverla con loro e per amarla come forse nessuno può fare? E i due genitori adottivi sono al corrente di quello che sta avvenendo? In caso affermativo come possono dormire conoscendo la verità? In caso negativo, non avrebbero il diritto di sapere al fine di esercitare al meglio la loro parte genitoriale e scegliere la cosa giusta per quella bambina e i suoi veri e vivi genitori?

http://www.lavocedeltrentino.it/2017/03/22/genitori-non-eta-la-corte-appello-torino-si

Leave a Reply