Benvenuti

novembre 25th, 2008 by admin

Alcune informazioni fondamentali a chi si vuol avvicinare e/o intraprendere un percorso di tipo psicologico

 

Che cos’è la psicologia

psiLetteralmente il termine “psicologia” deriva dal greco psyché (ψυχή), che si traduce spirito o anima e da logos (λόγος), che significa discorso, quindi la psicologia è fondamentalmente lo studio dello spirito o dell’anima. In generale si può dire che la psicologia è la scienza che studia i fenomeni psichici in se stessi e nelle loro reciproche integrazioni, sia che vengano avvertiti dalla coscienza, sia che si svolgano al di sotto di essa, negli strati dell’inconscio.

 colomba
In generale si può dire che la psicologia è la scienza che studia i fenomeni psichici in se stessi e nelle loro reciproche integrazioni, sia che vengano avvertiti dalla coscienza, sia che si svolgano al di sotto di essa, negli strati dell’inconscio.

Inoltre si può definire psicologia razionale o filosofica quella disciplina che ricerca il principio ontologico dell’attività psichica. La psicologia scientifica o sperimentale invece, ha metodi propri delle scienze così dette positive e indaga le funzioni, i processi e i comportamenti dell’attività psichica. A seconda dell’oggetto o del metodo si può parlare di psicologia analitica, psicologia dello sviluppo, psicologia del lavoro, ecc.

Si può affermare ancora che il termine psicologia viene identificato comunemente con la scienza che studia, in modo sistematico, il comportamento dell’uomo e degli animali, non solo dal punto di vista generale, ma anche individuale, sociale e genetico. Inoltre si occupa delle determinanti, interne ed esterne, del comportamento e di quei processi che ne contraddistinguono sia l’azione che l’interazione. La relazione tra motivazioni e stimoli esterni coinvolge il sistema nervoso, gli organi di senso, il sistema endocrino, il sistema muscolare ed altri sistemi organici. La coordinazione e l’integrazione di questi elementi rendono unica la nostra personalità

Pertanto tale disciplina studia l’uomo e gli animali in rapporto all’ ambiente in cui si manifestano le loro attività. La psicologia dell’uomo si espande anche allo studio delle anomalie e delle modificazioni patologiche del comportamento e di alcuni aspetti della loro struttura causale. Mezzi psicologici vengono largamente applicati come terapie in alcuni disordini mentali.

Nello specifico si può affermare, quindi, che la scienza psicologica è lo studio dell’uomo nelle sue attività in rapporto all’ambiente che lo circonda. Infatti tutte le nostre attività dipendono dalle persone, dagli oggetti e dagli avvenimenti che ci stanno attorno. In questo senso diventa importante studiare come noi cogliamo le caratteristiche del mondo e di conseguenza adattiamo le nostre azioni. Se andiamo in bicicletta dobbiamo percepire visivamente la strada, porre attenzione alle altre biciclette, ai segnali stradali ad eventuali auto o pedoni, ecc. D’altra parte, possiamo porre attenzione alle espressioni di chi incontriamo, di chi frequentiamo, delle persone con cui lavoriamo ecc. Prendiamo informazioni sull’eventuale stato d’animo ed agiamo poi di conseguenza, siamo quindi tutti, come affermano Mario Fernè e Giuliana Giovanelli nel Vol: “Psicologia” spettatori attivi. Siamo attori nel senso che prendiamo parte attiva nell’ambiente che ci circonda.  Altro esempio può essere quello di quando impariamo a guidare l’auto. In un primo momento avremo movimenti goffi, non coordinati che faranno anche magari sobbalzare la macchina, non riusciremo subito a cambiare marcia e contemporaneamente premere con il piede la frizione, ma poi con l’allenamento non solo guideremo l’automobile, ma contemporaneamente parleremo con chi ci sta vicino e ascolteremo la radio.

Ancora è importante affermare che la vita quotidiana ci pone di fronte a dei problemi, grandi o piccoli che siano, a cui dobbiamo porre attenzione e cercarne una soluzione. In questo caso si parla di intelligenza, e di sviluppo cognitivo. È fondamentale porci anche la domanda perché ci occupiamo di una determinata cosa o problematica rispetto ad un’altra. In questo senso ci stiamo occupando di motivazioni o tendenze. Se all’interno di una stessa persona coesistono due tendenze opposte, si può parlare di conflitto. Se invece perseguiamo una nostra scelta, che però viene ostacolata da una o più situazioni, avvenimenti o problematiche, ci troviamo di fronte a una frustrazione, rispetto alla quale reagiamo con le nostre caratteristiche e potenzialità che ci rendono appunto unici.

Chi è lo psicologo?

Lo psicologo, oggi, è colui che ha conseguito la laurea specialistica quinquennale in psicologia,  ha svolto un tirocinio annuale e superato un esame di Stato che abilita all’esercizio della professione. Tale esame di Stato  permette al dottore in psicologia di iscriversi poi ad un ordine regionale degli psicologi.

In generale si può affermare che lo psicologo è colui che conosce profondamente l’animo umano, considera suo dovere studiare e aggiornarsi riguardo al comportamento ed utilizzare quindi le sue conoscenze per promuovere il benessere psicologico dell’individuo, del gruppo e della comunità. Opera, inoltre, per migliorare la capacità delle persone di comprendere se stessi e gli altri e aiuta gli individui a comportarsi in maniera consapevole, congrua ed efficace.

 (http://www.cpsico.com/codice_deontologico.htm).            

Lo psicologo è quindi colui che utilizza determinate tecniche per comprendere e donare un contributo nella risoluzione di problematiche presentate da un committente. Tale professionista utilizza metodologie adeguate per aiutare il paziente ad affrontare e/o prevenire uno stato di disagio, un problema, una sintomatologia, un disturbo mentale. Per lo psicologo clinico il colloquio psicologico è la principale prestazione sanitaria, strumento fondamentale nella consulenza, diagnosi e cura (terapia psicologica).

 (http://www.srmpsicologia.com/salute/psicologo.htm)

Secondo la definizione data dalla Legge 56/89, “..la professione di Psicologo comprende l’uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione/riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico, rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali ed alle comunità; comprende, altresì, le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito..”.

Infine si può affermare che si rivolgono allo Psicologo persone con difficoltà cognitive di apprendimento, relazionali, esistenziali, lavorative, sessuali, psicosomatiche, affettive, familiari.

Chi è lo psicoterapeuta?mani

Lo psicoterapeuta è uno psicologo, che, in seguito a una scuola di specializzazione riconosciuta dal M.I.U.R., è iscritto all’alla lista degli psicoterapeuti presso l’ordine di competenza. Tale professionista, nei riguardi dei propri pazienti, utilizza la psicoterapia, che può essere definita come intervento e sistema curativo basato sull’utilizzo di mezzi psichici, atti ad intervenire in malattie o disagi di carattere psichico che, in una qualche misura, condizionano, a volte, o meglio spesso, anche le malattie somatiche. La psicoterapia è quindi ogni forma d’intervento terapeutico nei confronti dei disturbi mentali, emotivi e comportamentali ispirato a metodi e principi diversi con il fine di migliorare l’adattamento dei pazienti all’esistenza e alla realtà, andando ad esplorare cause, conflitti attuali e remoti. Con la guida e l’appoggio dello psicoterapeuta, la persona ha la possibilità di modificare il proprio comportamento in modo da raggiungere il maggior grado di integrazione possibile, sia tra le proprie parti interne, sia tra sé e l’ambiente che lo circonda.

Infine si può parlare di psicoterapia individuale, di gruppo o familiare a seconda che l’intervento sia diretto verso uno o più persone coinvolte nell’azione prescelta.

  

Cenni sitografici

(http://www.srmpsicologia.com/salute/psicologo.htm)

(http://www.cpsico.com/codice_deontologico.htm). 

www.ordpsicologier.it

 

Cenni bibliografici

  • A. Della Volta “Dizionario di Psicologia” Ed. Giunti Barbera (1974).

M Farnè, G. Giovanelli “Psicologia” Ed. Signorelli Milano (1980).(2006)

Lapanche e Pontalis “Enciclopedia della psicoanalis” Ed. Laterrza

 

 

D.ssa Marica Malagutti

Psicologa Psicoterapeuta

D.ssa Vita Calia

Psicologa Psicoterapeuta

3 Responses to “Benvenuti”

  1. Mr WordPress Says:

    Hi, this is a comment.To delete a comment, just log in and view the post's comments. There you will have the option to edit or delete them.

  2. Pierpaolo Says:

    Complimenti dr. Malaguti, trovo il suo sito molto interessante.

  3. paradise Says:

    Amazing content, i love http://www.studiopsicoterapico.it !!
    paradise poker download

Leave a Reply